0075

<<In un tempo, come quello che stiamo vivendo, di profonda atonia morale, di indifferenza e a volte di dimenticanza dei veri valori morali della vita, Ŕ stato per me esaltante e quasi commovente vedere tutta una scuola, bambini e bambine, ragazzi e ragazze, personale docente e ata, amici musicisti, lavorare con passione riflettendo sulla vita e le opere di Giovanni Paolo II..

Il piccolo ma, credo, prezioso saggio a cui avete assistito ha senza dubbio illustrato le motivazioni dell'intitolazione a Giovanni Paolo II di questa splendida sala, patrimonio della scuola e di tutta la comunitÓ di Monteiasi. Giovanni Paolo II Ŕ stato, Ŕ e sarÓ "Maestro", per noi e i nostri giovani, credenti e non credenti>>. (R. D'O.)0057

Martedý 31 ottobre 2006, alla presenza delle massime AutoritÓ locali civili e religiose, e con la partecipazione dell'Arcivescovo Mons. Benigno Luigi Papa, la grande e attrezzata  Sala della Scuola Media "L. Da Vinci", situata al primo piano dell'edificio,  e stata inaugurata come Auditorium  intitolata ad un Grande della Storia moderna, l'Uomo di Dio Giovanni Paolo II.

La Dirigente dell'Istituto Comprensivo "L. Da Vinci" dott.sa Rosa D'Onofrio, presentando la Sala allestita e dotata di efficiente impianto di amplificazione, proiezione e videoregistrazione, con palco in legno e 150 posti a sedere, ha ricordato che la sua realizzazione la si deve alle volontÓ sinergiche di tre grandi istituzioni: la Scuola,  composta da genitori, alunni e personale; Il Comune, la Chiesa.0082 Pertanto ringraziava in particolar modo le persone che, ognuno per le proprie competenze, hanno creduto e voluto questa opera: Don Cosimo Rodia, l'ex Sindaco Baldari, l'Assessore Grottoli e il cons. Strusi Michele, Il Dott. Eugenio Di Carlo, l'attuale Sindaco dott.sa Leone.

Il Programma, sobrio ma di grande effetto, ha visto protagonisti gli alunni di 5^ Elem. e 3^ Media, con recitazione di brani e poesie di Giovanni P. II, spesso accompagnati da sottofondo musicale dei maestri Roberta Argentieri (pianoforte), Armando Ciardo (viola), Miriam Farina (arpa). Il Coro dell'Istituto (elem e media) ha aperto la cerimonia con "Un uomo venuto da lontano", Mons. Papa ha chiuso con la benedizione della Targa e dell'Aula ringraziando la Scuola e quanti hanno concorso a legare a questa importante opera scolastica, il nome di un grande uomo del Signore, i cui insegnamenti di vita rappresentano anche nella scuola la "lezione" base per la crescita educativa dell'individuo e della societÓ.

0007 0008a 0014
0021 0025 0027
0029 0031 0036
0039 0044 0048
0051 0102 0109
0112 0115 0121
0125 0087 0094