In una serata stupendamente calda, 10 giugno 2003,  nel grande cortile della Scuola Elementare G. Pascoli, davanti ad un numeroso pubblico di  alunni e genitori compresi le AutoritÓ scolastiche e Civile, sono andati in "scena" i ragazzi delle 3^ C, 4^ A e 4^ B.

"La notte finirÓ", questo Ŕ il titolo della rappresentazione, Ŕ  il lavoro conclusivo del laboratorio di drammatizzazione, canto, espressivo-motorio, svolto dagli stessi in questo anno scolastico 2002/2003 . Gli "attori", accompagnati dai docenti Castelli A.Maria, Colucci Adriana, Curto Maria e coadiuvati dall'esperto Matichecchia Raffaele, hanno dato il meglio di se stessi meritandosi gli applausi e consensi ricevuti.

"La notte finirÓ" Ŕ il tentativo di mettere in scena in senso ironico, una presunta societÓ futuristica, dove non c'Ŕ spazio per i sentimenti come l'amore, l'amicizia e lo stupore. Il messaggio nascosto nella vicenda di Max, il protagonista, Ŕ che nulla pu˛ distruggere l'amore.

La scenografia Ŕ stata realizzata da Caiazzo Rosaly in collaborazione con Frascella Irene e Masella Adalgisa, la musica Ŕ stata curata da Franco Ferrannina e i costumi da Caiazzo Filomena in collaborazione con i genitori degli alunni partecipanti al laboratorio.

Alla fine il Sindaco, con la responsabile alla istruzione Maria Antonietta, ed il Preside dell'Istituto, dopo aver espresso il compiacimento per la bravura dei ragazzi e soprattutto per la profonditÓ del tema trattato, auguravano a tutti "Buone Vacanze".

pagina1                             pagina2